Foursquare chi?!

Sì, esatto, vi ricordate quell’app in cui tutti voi facevate tonnellate di check-in per guadagnare mayorship e badge al punto tale da arrivare a falsificare la vostra posizione nel mondo (o almeno, questo è quello che facevo io)? Beh, se ancora vi state chiedendo che fine abbia fatto, al di là dello split con Swarm, sappiate che Foursquare è vivo e vegeto e, anzi, sta molto meglio di quanto si sarebbe potuto prevedere non più tardi di un paio di anni fa.

Crowley e compagni hanno più volte ribadito nel corso degli ultimi mesi che il loro vero business non è più consumer-oriented da parecchio tempo, che hanno intenzione di fare leva sulle tonnellate di dati che continuano ad avere a disposizione e che hanno tutte le intenzioni di strizzare l’occhio a sviluppatori e enterprise per rendere Foursquare una società autosostenibile, che non abbia più bisogno di finanziamenti e che finalmente riesca a creare dei profitti propri. Per la cronaca, Swarm che tanto bistrattiamo ha triplicato le interazioni e i check-in dopo lo split e Foursquare come società sta incrementando i propri guadagni. Quindi forse quel vecchio marpione di Crowley ci sta vedendo lungo.

tcdisrupt_ny16-9086

Dopo il lancio di Attribution, piattaforma per la valutazione del traffico generato da una campagna digitale, Foursquare ha aggiunto una dashboard per valutare gli effetti delle campagne in real time. L’obiettivo chiaramente sono le catene di negozi e la proposizione è quella di potergli dare strumenti in grado di capire quanto lo store traffic è effetto di un’attività di comunicazione digitale o meno.

La misurazione online-to-offline è da sempre il cruccio dei marketer di tutto il mondo: molto aleatoria, anche di fronte al modello econometrico più evoluto del mondo, e di conseguenza particolarmente critica quando si tratta di valutare il successo di un’attività. Foursquare vuole provare ad alzare l’asticella e si baserà su un campione di più di un milione di utenti che ha accettato di avere il GPS costantemente monitorato anche quando l’applicazione sarà spenta così da permette il tracciamento delle visite nei negozi.

La nuova dashboard permette quindi di misurare:

  • visite giornaliere in negozio
  • visite incrementali
  • “lift” della campagna (effetto incrementale rispetto agli utenti non esposti a una campagna pubblicitaria)
  • Ritorni sull’investito della campagna
  • Ritorni incrementali
  • Numero di impressions
  • Numero di device raggiunti

foursquare-01_0

“Much of the excitement around mobile is the potential it has to close the rift between the online and offline world”

NO COMMENTS

Rispondi