Le prossime contestate Olimpiadi di Rio 2016 non saranno delle Olimpiadi come tutte le altre. Provando a pensarci, assisteremo ad un intrufolarsi molesto di Periscope e Facebook Live direttamente dai campi di gara (con buona pace degli organizzatori che richiameranno stuoli di avvocati per bloccare utenti e streaming), sarà l’Olimpiade più twittata di sempre e – sicuramente – quella più snapchattata.

Ci sarà una lotta tra brand (non sponsor) a chi vincerà la medaglia d’oro per il miglior Real Time Marketing e per chi riuscirà a fare la campagna più strappalacrime dell’anno (a Londra ricordiamo P&G) e in questa lotta alla visibilità si aggiunge anche chi vuole parlare di Virtual Reality.

La NBC ha infatti appena annunciato che a Rio 2016 produrrà 85 ore di contenuti in VR pensati in esclusiva per possessori di smartphone Samsung Galaxy e i visori Samsung Gear. Non è il primo evento sportivo raccontato attraverso questa nuova tecnologia (la NBA ha trasmesso qualche partita in 360, l’ultimo Kentucky Derby è stato coperto così e così via), ma sicuramente è un trend che ancora deve crescere.

I video saranno prodotti e trasmessi in differita rispetto agli eventi coperti e includeranno, tra gli altri, le cerimonie di apertura e chiusura, il basket maschile, la ginnastica e – ovviamente – l’atletica leggera. Siamo sicuri che la NBC non sarà l’unica ad approfittare della Virtual Reality a Rio!

 

NO COMMENTS

Rispondi