Aria di grossi cambiamenti per tutto quello che riguarda i video su Facebook, in particolare per la funzionalità Live che negli ultimi mesi è stata oggetto di diverse nuove features e cambiamenti.

Solo nell’ultima settimana – e in particolare modo ieri – se ne contano almeno tre, proviamo a riassumerle:

  • Live Tab Desktop: una mappa del mondo con tanti pallini blu che si accendono e si spengono man mano che gli utenti Facebook attivano i propri stream live. Precedentemente accessibile solamente da mobile (a me personalmente non è ancora stata attivata, probabilmente in rilascio) ora potrete assistere comodamente seduti davanti al vostro PC a tizi che si riprendono mentre guidano, uccellini in gabbia e gente improbabile sparsa in tutto il mondo.

rr

  • Stream infiniti tramite Live API: utilizzando l’applicazione Facebook (quella normale o Mentions, è indifferente) la durata dello streaming è limitata a 90 minuti, per ragioni che non sono ben chiare. Attraverso le API, non appena qualcuno ci svilupperà qualcosa, sarà possibile impostare una durata infinita; unica pecca – ma forse anche no – il video non sarà salvato sul vostro account. Immaginiamo già l’utilizzo di questa funzionalità da parte di telecamere (D-Link) e servizi evoluti (Livestream) per fornire videosorveglianza, sicurezza o simili.
  • “Best moments”: questa non è sicuramente una novità per chi già utilizza altri servizi di streaming, audio o video che siano. SoundCloud già la sfrutta parecchio e così Facebook – considerato anche che i due terzi dei video Live erogati sulla propria piattaforma vengono visti in differita – ha deciso di introdurre una funziona da loro chiamata Engagement Graph che metterà in evidenza gli highlights dei video così da permettervi di skippare direttamente ai momenti più importanti senza dovervi sorbire magari 90 minuti di streaming.
SHARE
Previous articleTwitter: Benvenuti 140 caratteri
Next articleL’Escape Room di Google che vi farà usare le sue App per uscire
Classe 1985, si occupa di Social Media per agenzie e aziende ormai da 6 anni. Laureato in Ingegneria, ha fatto dell’analisi dei dati le fondamenta del suo approccio al mondo del Marketing. Misurabilità, KPI e tracciabilità sono le sue parole d’ordine, Excel e Insight i suoi principali “tool” di lavoro. Quando non è impegnato dietro un computer, corre. Troppo.

NO COMMENTS

Rispondi