UPDATE: in un comunicato stampa lanciato sul proprio blog, Instagram ha confermato una data di lancio di tutte le nuove features che già vi avevamo presentato. A partire da luglio i profili americani potranno passare al profilo business, analizzare le performance del proprio account attraverso gli insight dedicati e promuovere i propri post in autonomia. Per tutto il resto del mondo il rilascio è previsto entro la fine dell’anno.

400 milioni di utenti attivi nel mondo, 9 milioni solo in Italia, concentrati maggiormente nella fascia 18-35 anni, 80 milioni di foto e video caricati ogni giorno: Instagram è entrato di diritto nella strategia di comunicazione dei brand.

Secondo uno studio di Forrester, condotto sui top 50 brand della galassia social, Instagram è in grado di generare un tasso di engagement rate 58 volte maggiore rispetto a Facebook e 120 volte rispetto a Twitter.

Con l’introduzione dell’advertising e il test del nuovo algoritmo, basato adesso sugli interessi e sulle relazioni tra utenti e non più sull’orario di pubblicazione, Instagram ha cominciato a strizzare l’occhio ai brand. Con la notizia dell’imminente rilascio dei profili business e degli insight è pronto a candidarsi come il touchpoint digital di punta in qualsiasi strategia di comunicazione.

Un anno fa veniva annunciato il lancio della piattaforma “Business Instagram for Brand” che consente non solo di gestire le campagne advertising, ma anche di avere accesso a tutti gli insight del proprio canale.

All’interno della piattaforma sono presenti 4 tab, in puro stile Facebook e con la possibilità di esportare i dati in comodi file Excel, così suddivise:

  • Riepilogo: overview sulle perfomance registrate negli ultimi 28 giorni, variazione rispetto al periodo precedente, top post dell’ultima settimana;
  • Prestazioni: trend di reach e impression dei post, con possibilità di impostare il periodo di tempo che si vuole analizzare, trend giornaliero follower con la classica suddivisione tra paid (colore blu scuro), organic (celeste chiaro) e lost (rosso);
  • Pubblico: composizione della follower base con suddivisione per età e sesso;
  • Post: risultati di ogni singolo post con indicazione di copertura e visualizzazioni, numero di like e commenti.

instagramInsights

Fino ad oggi, solo un limitatissimo numero di brand e advertising partner ha avuto accesso a questa piattaforma.

Tuttavia qualcosa si sta muovendo.

Secondo quanto riportato in questo articolo, i profili business sarebbero in fase di test per una ristretta cerchia di utenti, e dovrebbero essere disponibili per tutti nel giro di qualche mese.

Rispetto ai profili classici ai quali siamo abituati, i profili business integreranno un bottone “contatta ora” nella status bar esattamente sulla sinistra del classico “following”, che aprirà un secondo menù con possibilità per gli utenti di inviare una mail o di aprire la mappa per raggiungere direttamente il negozio. Inoltre tutti i profili business mostreranno la tipologia di brand secondo la clusterizzazione già presente per le pagine di Facebook (Health&Fitness, Beauty, Travel..).

instagrambusinessprofile

Ma la vera novità riguarda, e oserei dire finalmente, il rilascio degli insight:

instagrambusinessprofile

È allo studio una versione “in-app”, accessibile direttamente da smartphone (indicato chiaramente dall’icona a forma di grafico presente nella status bar), con le seguenti informazioni:

  • Follower Insight: provenienza dei nostri seguaci, demografica e suddivisione per fasce d’età;
  • Post Insight: tutte le metriche dei post in termini di reach (utenti unici raggiunti), impression (visualizzazioni totali), interazioni (like, commenti e website clicks);
  • Follower Activity: quando i nostri follower sono online, con possibilità di verificarlo sia a livello orario che a livello giornaliero, così da poter capire esattamente quando andare a pubblicare un contenuto.

instagrambusinessprofile

La speranza è che vengano rilasciati quanto prima per tutti, tanto nella versione desktop quanto in quella mobile: in questo modo sarà finalmente possibile analizzare in maniera approfondita i profili e riuscire a valutare efficacemente il ROI di una campagna e il suo reale impatto all’interno di una comunicazione social.

 

SHARE
Previous articleInstagram: in arrivo il nuovo algoritmo
Next articleGames Arcade: Facebook ritenta la mossa del gaming
Catanzarese di 33 anni suonati trapiantato a Milano da circa 10 anni. Cresciuto a pane e marketing, amante della fotografia, della tecnologia, digitale in particolare, con una sfrenata passione per i numeri, quelli che oggi in gergo vengono definiti Big Data. Con numeri e datasheet provo a spiegare e interpretare le dinamiche che governano il "digital&social marketing" con un occhio agli investimenti e alla pianificazione media. Con un 50mm provo a immortalare tutto ciò che i miei occhi vedono.

NO COMMENTS

Rispondi