Screen Shot 2014-08-13 at 12.22.29

Twitter ha rilasciato oggi in beta Everyday Moments, uno strumento per analizzare in tempo reale come si muovono le conversazioni degli utenti attorno a un ampio set di tematiche: dallo sport alla musica, dal mangiare alla TV. Per quanto momentaneamente disponibile solo su dati UK, lo strumento – oltre che ben fatto – apre tantissime possibilità per chi, brand e non, vuole sfruttare Twitter come piattaforma di marketing in tempo reale.

La Coppa del Mondo “appena” terminata o Wimbledon, per fare due esempi, hanno ampiamente dimostrato come il social network possa essere sfruttato per connettersi con i propri utenti/clienti, ma le occasioni non finiscono con la conclusione dei grandi eventi, ma anzi nascono ogni giorno, appunto.

Per dare qualche numero a supporto della tesi che ha spinto Twitter a sviluppare questo tool:

  • ogni giorno un utente sblocca il proprio smartphone una media di 110 volte
  • in una settimana vengono scritti circa 800.000 tweet collegati alla televisione
  • la parola “pub” ha ricevuto la stessa attenzione di “Glastonbury”, in occasione dell’omonimo festival
  • durante la Maratona di Londra sono stati pubblicati 174.000 tweet. Nello stesso periodo 236.000 erano legati in generale al mondo del running

Essere “always-on” su Twitter e sfruttare le occasioni che si presentano durante la giornata è una strategia vincente per i brand, più di una strategia focalizzata su una campagna specifica. Uno studio condotto nel 2013 ha dimostrato che i brand che hanno sposato una strategia in tempo reale hanno ricevuto:

  • il doppio di mention per tweet
  • 2,3 volte più retweet
  • hanno più che raddoppiato lo share of voice
SHARE
Previous article#vincenzonibali: analisi di una vittoria
Next articleIl terremoto in California visto tramite Jawbone
Classe 1985, si occupa di Social Media per agenzie e aziende ormai da 6 anni. Laureato in Ingegneria, ha fatto dell’analisi dei dati le fondamenta del suo approccio al mondo del Marketing. Misurabilità, KPI e tracciabilità sono le sue parole d’ordine, Excel e Insight i suoi principali “tool” di lavoro. Quando non è impegnato dietro un computer, corre. Troppo.

NO COMMENTS

Rispondi