[text_output][dropcap]L[/dropcap]’uscita dei primi dati 2014 rispetto all’adozione e all’utilizzo del Social Login su internet ha mostrato Facebook come il principale attore presente oggi sul mercato, in particolar modo al di fuori degli Stati Uniti. Posizione di leadership che è andata via via ampliandosi con le nuove opzioni relative alla privacy rilasciate negli scorsi mesi, nonostante molte delle feature preannunciate rimangano ancora in beta privata. Segno questo di una fiducia maggiore da parte degli utenti verso il colosso statunitense e un segnale positivo verso il nuovo approccio adottato da Facebook.[/text_output][blockquote type=”left”]”Some of the announcements they made at the last F8 probably made an impact there, I think the majority of the impact is really coming from the increased transparency and control for consumers.”

Patrick Salyer, Gigya CEO

[/blockquote][text_output]D’altra parte notiamo invece come Google+ risulti pressoché fermo in seconda posizione rispetto alle ultime rilevazioni, mentre Yahoo! continua imperterrito a perdere utenti avvicinandosi inesorabilmente verso quota 10%. Frutto questo della scelta di Y! di abbandonare i servizi di login di terze parti sulla maggior parte dei propri prodotti, probabilmente per cercare di mantenere la “customer identity” dei propri iscritti all’interno, a discapito però della possibilità di acquisirne di nuovi tramite altri operatori.[/text_output][line][custom_headline type=”left” level=”h1″ looks_like=”h1″]

Mobile

[/custom_headline][text_output]Facebook ha ulteriormente aumentato il proprio dominio sul social login anche su mobile. Il crescente numero di accessi che avvengono da device mobili – e di conseguenza di login a servizi dei più disparati – ha fatto sì che sia Facebook che Google+ rafforzassero la loro posizione.

In particolare G+ sta spingendo molto all’utilizzo del proprio login arricchendo le funzionalità offerte e, su Android, integrandolo in maniera sempre più semplice e nascosta per gli utenti.[/text_output][custom_headline type=”left” level=”h1″ looks_like=”h1″]

e-Commerce & Media/Publisher

[/custom_headline][text_output]Lato e-Commerce e Media/Publisher, Facebook rimane il player principale pur con margini minori rispetto ai competitor. Emerge invece come Google+ stia sensibilmente crescendo (rispettivamente del 2% e del 3%) recuperando parte del terreno conquistato da Facebook.[/text_output][custom_headline type=”left” level=”h1″ looks_like=”h1″]

Worldwide

[/custom_headline][text_output]A livello mondiale, l’utilizzo di un provider rispetto ad un altro è molto variabile a seconda del continente, pur con Facebook in testa in ogni parte del mondo.

Possiamo notare come la grossa differenza si generi tra i paesi dove Facebook è sbarcato prima (Nord America e Europa) e tra quei paesi dove invece Facebook può essere considerato un “fenomeno emergente” – le virgolette sono d’obbligo -.

Nei primi, probabilmente dovuto a una frammentazione e a una diversa consapevolezza degli utenti, a Facebook si affianca in maniera forte Google+, con gli altri competitor a seguire. Nei secondi invece Facebook spopola aggirandosi sempre intorno all’80% del tasso di adozione.[/text_output][line][alert type=”success”]Fonte: Gigya[/alert]

[image type=”none” float=”none” info=”none” info_place=”top” info_trigger=”hover” src=”33″]
SHARE
Previous articleAprilzero: il personal tracking portato all’estremo
Next articleL’arte di contestualizzare i dati
Classe 1985, si occupa di Social Media per agenzie e aziende ormai da 6 anni. Laureato in Ingegneria, ha fatto dell’analisi dei dati le fondamenta del suo approccio al mondo del Marketing. Misurabilità, KPI e tracciabilità sono le sue parole d’ordine, Excel e Insight i suoi principali “tool” di lavoro. Quando non è impegnato dietro un computer, corre. Troppo.

NO COMMENTS

Rispondi